Slide copertine



I MIEI LIBRI ORA ANCHE
Stacks Image pp2650_n12768_n9572


Sakya

Luglio 2007. Il panorama che circonda la città e il monastero di Sakya è uno dei più scabri e aridi di tutto il Tibet, sembra quasi di gesso. Da questa caratteristica trae nome la località, che in tibetano significa "terra pallida". Quando si arriva lì ci si trova davanti una tipologia architettonica del tutto diversa: lo stile tibetano cede a quello mongolo, più che monasteri gli edifici sembrano fortilizi. La cittadina di Sakya, dal 1268 al 1354 è infatti stata la capitale del Tibet. E per volontà dei mongoli. I monaci Sakya portano un berretto rosso, e i loro rapporti con i “gialli” non sono precisamente idilliaci. Anche i colori delle loro case (e dei templi) sono diversi. Il luogo è di aspra, severa, elegante bellezza
Lo slide show può ritardare qualche istante ad apparire e scorrere lentamente a causa della connessione, del device o della quantità delle foto
Per favore, aspettate, e poi caso mai avanzate o arretrate cliccando le freccette che compaiono sui lati delle immagini passandoci sopra con il puntatore

ATTENDERE LO SLIDESHOW QUI SOTTO
WAIT FOR THE SLIDESHOW HERE BELOW (can be slow depending on connection)